END SUMMER CAMP 2K09 – Obbligatorio Esserci

sm4x

in collaborazione con VElug, 0421ug, lug-bocconi, ush.it

presenta

ESC

END SUMMER CAMP 2K09

28-30 agosto 2009
FORTE BAZZERA
via Bazzera, +?
Venezia Tessera (VENEZIA)

[COSA] ESC è un incontro di persone interessate al Software Libero e
alla Conoscenza Libera, a Entrata Libera :) Il contenuto dell’evento è
in continua evoluzione e viene creato dai suoi partecipanti.

[COME] Secondo la formula MUD (Miscere Utile Dulci). Sono previsti
Seminari e Talk su vari argomenti/livelli, e momenti decisamente più
“ludici”: Campeggio, Grigliata, LAN Party, etc.

[DOVE] ESC si svolge a Venezia-Tessera presso Forte Bazzera, ex
polveriera della Prima Guerra Mondiale non lontana dall’Aeroporto Marco
Polo. Planet Earth, 45°29’52”N – 12°19’51”E  :)

[PERCHÈ] Per creare un momento di aggregazione, uno scambio di
conoscenze ed esperienze tra persone che vivono il Software Libero nelle
sue diverse forme.

http://www.endsummercamp.org

“Everything’s Happening under the KEY…” ;)

Incontro sull’accessibilità a Montebelluna

Mercoledì 26 marzo alle ore 21, presso la biblioteca comunale di Montebelluna, il MontelLUG, col patrocinio del Comune di Montebelluna, dell’Istituzione Biblioteca Comunale di Montebelluna e di IWA Italy, presenterà un’interessante conferenza sull’accessibilità.

Ospite d’onore Nunziante Esposito, della Commissione OSI dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, parlerà delle sue esperienze dirette con vari sistemi operativi e software applicativi.

Il 26 marzo ricorre anche il FreeDocumentDay e si coglierà l’occasione di provare insieme a Nunziante l’accessibilità di OpenOffice e di Linux in generale.

L’ingresso è gratuito… Vi aspettiamo numerosi!

Technorati Tags: , , ,

Aggiornare Garmin Nüvi 760 con GNU/Linux

Dando un’occhiata alla pagina degli aggiornamenti software dei prodotti Garmin ho notato che lo scorso 29 gennaio è stato rilasciato un nuovo firmware per il mio navigatore. Il file scaricato è uno zip eseguibile (per Windows) che contiene il software (per Windows) per eseguire l’upgrade, ma è possibile aggiornare il navigatore GPS anche da Linux.

Per prima cosa scarichiamo il file contenente il nuovo firmware e decomprimiamolo:

mkdir /tmp/garmin
cd /tmp/garmin
wget http://www8.garmin.com/software/nuvi760_260.exe
unzip nuvi760_260.exe

Colleghiamo il navigatore al pc tramite il cavo USB e aspettiamo che il dispositivo venga automagicamente montato dal sistema operativo (/media/GARMIN nel mio caso).
Ora copiamo i file necessari all’aggiornamento sul navigatore:

cp nuvi7xx/Garmin/* /media/GARMIN/Garmin/
sync

Smontiamo il navigatore e scolleghiamolo fisicamente dalla presa USB:

sudo umount /media/GARMIN

Il navigatore si riavvierà, mostrando per circa un minuto sul display la scritta “Loading”.
L’aggiornamento è così completato e per verificare l’attuale versione del software entrate nel menù strumenti->impostazioni->sistema->info: in alto a sinistra è presente la versione del firmware.

Technorati Tags: , , , ,

Un Mac Address casuale? Grazie Asus!

Oggi mi sono imbattuto in una cosa assai curiosa: una scheda di rete che ad ogni riavvio cambia mac address! Sarebbe una cosa bellissima se fosse una scheda wifi e “dovessi” attaccarmi a scrocco a qualche rete wireless lasciando tracce confuse (esiste già un programma che fa ciò: macchanger), ma si tratta di un assemblato che dovrà fare da piccolo file server usando Debian Etch (cos’altro sennò?) e questo comportamento non mi piace per niente.
Questo quello che si legge a boot su una Debian Etch fresca di installazione (ed adeguatamente aggiornata):

Linux version 2.6.18-5-686 (Debian 2.6.18.dfsg.1-13etch5) (dannf@debian.org) (gcc version 4.1.2 20061115 (prerelease) (Debian 4.1.1-21)) #1 SMP Sat Dec 1 22:58:58 UTC 2007
.
.
.
forcedeth.c: Reverse Engineered nForce ethernet driver. Version 0.56.
ACPI: PCI Interrupt Link [LMAC] enabled at IRQ 11
PCI: setting IRQ 11 as level-triggered
ACPI: PCI Interrupt 0000:00:07.0[A] -> Link [LMAC] -> GSI 11 (level, low) -> IRQ 11
PCI: Setting latency timer of device 0000:00:07.0 to 64
forcedeth: using HIGHDMA
0000:00:07.0: Invalid Mac address detected: e9:27:1e:60:1d:00
Please complain to your hardware vendor. Switching to a random MAC.

Scavando e ravanando in Internet scopro che alcuni produttori di schede madre (Asus prima fra tutte) per risparmiare qualche soldo non impostano il MAC Adddress della scheda di rete in maniera permanente nella EEPROM (dove dovrebbe giustamente stare) ma lasciano che sia il BIOS a settarlo, durante il POST della macchina, nel MAC Register.
Fortunatamente gli sviluppatori del Kernel se ne sono accorti e hanno rilasciato una patch, inclusa dal febbraio 2007 nel Kernel.

La Soluzione? Scaricare, compilare un kernel ? 2.6.21 e installarlo sulla macchina. Per comodità mia e vostra di seguito un breve vademecum sulla compilazione del kernel su debian ;)


apt-get install kernel-package libncurses5-dev fakeroot wget bzip2 build-essential
cd /usr/src
wget http://kernel.org/pub/linux/kernel/v2.6/linux-2.6.23.12.tar.bz2
tar jxvf linux-2.6.23.12.tar.bz2
ln -s linux-2.6.23.12 linux
cd /usr/src/linux
make clean && make mrproper
cp /boot/config-`uname -r` ./.config // qui per comodità mi copio la configurazione del kernel 2.6.18 debian
make menuconfig // caricare il file .config con Load an Alternate Configuration File
make-kpkg clean
fakeroot make-kpkg --initrd --append-to-version=-endelwar kernel_image kernel_headers
cd ..
dpkg -i linux-*-2.6.23.12-endelwar_2.6.23.12-endelwar-10.00.Custom_i386.deb

Microsoft ci spiega come salvare Windows usando Linux

No, non è il primo di aprile, e non ho sbagliato l’ordine del soggetto e complemento oggetto nel titolo.
Su Port25, sito dedicato all’opensource e gestito da Microsoft, è stato pubblicato un documento (un pdf di 8 pagine) che spiega passo passo le operazioni da svolgere per creare una immagine uno a uno di un hard disk o di una partizione e recuperare in seguito, utilizzando The Coroner’s Toolkit, i dati presenti sull’immagine appena creata.
Niente di che insomma, how-to come questi se ne trovano a bizzeffe su internet, sempre che uno sappia cosa sia Linux e che strumenti ci siano a disposizione per la forensics analysis, cosa penso non ovvia per un utilizzatore windows.

Il LinuxDay 2007 del MontelLUG

Quest’anno il MontelLUG, di cui sono fiero presidente, organizzerà il LinuxDay all’ITIS Barsanti a Castelfranco Veneto (TV) questo sabato 27 ottobre.
Il programma è molto succulento, lo potere sbirciare sul wiki del lug; personalmente aprirò la manifestazione, illustrerò l’agenda della giornata, introdurrò il MontelLUG come associazione, mostrando cosa abbiamo fatto in questi anni, cosa stiamo facendo e cosa abbiamo in progetto di fare, poi presenterò il cavallo di battaglia “Distribuzioni GNU/Linux”, che trovate (in versione non ancora aggiornata) nella sezione presentazioni, e concluderò la giornata con un altro talk introduttivo, questa volta spiegando il come, il dove e a chi chiedere aiuto su Linux.
Simpatico il modo in cui Alfonso Maruccia descrive il LinuxDay del MontelLUG su punto informatico:

Sempre nel Veneto, questa volta in provincia di Treviso, si terranno due Linux Day in località diverse: il primo, più corposo e ricco di talk e applicazioni sul campo ospitato dall’ITIS E. Barsanti a Castelfranco Veneto a cura del MontelLUG; il secondo gestito dai ragazzi del TVLug presso l’ITIS Max PLANCK di Lancenigo di Villorba.

Nel seguito del post trovate la locandina preparata dal veloce Eeviac.
Leggi tutto “Il LinuxDay 2007 del MontelLUG”

Aggiornamento a Gutsy, occhio allo spazio

Oggi mi son svegliato prima delle 8, non succedeva da tempo che di domenica mi svegliassi prima di mezzogiorno, e quindi ho dovuto trovare qualcosa da fare per ammazzare il tempo. Prima ho cominciato a portare sfiga ad Hamilton, cosa che ha funzionato egregiamente, e quindi rinfrancato da tanto potere ho deciso di aggiornare il portatile (il mio fidato asus l3tp del 2003) a gutsy.
Non vi annoierò, come faranno tanti sui loro blog, su tutti i passaggi necessari per un perfetto upgrade, ma vi dirò solo una cosa: occhio allo spazio libero in / .
L’upgrade necessita di ben 1851 Mb di spazio libero per cominciare il processo di upgrade.
Di seguito l’errore che si presenta a video:

Spazio libero su disco insufficiente

Interruzione immediata dell’avanzamento di versione. L’avanzamento necessita di 1851M di spazio libero su «/». Liberare almeno 292M di spazio disco su «/». Svuotare il cestino e rimuovere i pacchetti temporanei di precedenti installazioni usando «sudo apt-get clean».

Update: alla fine di spazio ne ha voluto di più, ho dovuto liberare circa 2,5gb di spazio in /.
Mi sono stupito nel vedere quanti pacchetti inutili (o poco utili) avessi installato, ad esempio un paio di versioni dl kernel, con relativi modules, headers e sources dovrebbero bastare, invece ne avevo 5… e poi c’era ancora quell’inutilità di emacs che cesco ha installato per il corso del 2005…

Technorati Tags: , , , , , , ,